Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, [LEGGERE QUI].

Pagina Facebook di Vivi Cesena Pagina Twitter di Vivi Cesena

Rubriche - RICETTANDO

Branzino al Cartoccio
Branzino al Cartoccio

Non sono molto brava a cucinare il pesce, ma per stare in salute bisogna mangiarlo e comprarlo fatto costa sempre molto e non assicura la qualità del piatto. Perciò ho deciso di cominciare a imparare, e piano piano ci sto prendendo la mano. Cominciando da un piatto semplice. In questa ricetta le proporzioni sono per una persona. Non vogliatene ma quando faccio esperimenti con il pesce non oso offrirli a meno che non sia sicura del risultato. Per farlo per più persone, basta mettere in proporzione.

Ingredienti:

- 1 Branzino pulito e cicciottello
- 1 Limone
- 1 Pugno di pomodorini
- 5/6 Cuori di carciofo freschi
- 1 Mazzetto di Erba cipollina (o Erbe aromatiche a vostra scelta)
- Sale e Pepe
- 1 Bicchiere di vino bianco secco
- Olio EVO qb.

Procedimento:

Allora, cominciamo dicendo che ho una certa avversione per la pulizia del pesce quindi ho chiesto alla mia pescivendola di liberarmi delle interiora. Per quanto riguarda le squame, anche se la signora me ne ha tolte la maggior parte, a casa ho provveduto a rimuovere le rimanenti. E' sufficiente tenere il pesce nel lavandino e con un coltello strisciare sui fianchi. Meglio farlo sotto il getto del rubinetto se non si vogliono squame ovunque.

Ecco qua. Prendete il vostro pesce pulito e asciugatelo bene con della carta. Preriscaldate il forno a 180°. Salate e pepate l'interno del pesce e aggiungete qualche ciuffo di erba cipollina. Prendete una teglia e della carta stagliola.

Qui ne va della vostra abilità. Stendete un foglio di carta stagnola abbondante e posateci il pesce. Aggiungete i pomodorini tagliati a metà e i carciofini. Tagliate a fette il limone e disponetelo sul pesce già salato e pepato a dovere.

Prendete un altro foglio di carta stagnola e componete il cartoccio. Arrotolate i bordi fino a sigillarlo quasi del tutto. Da una fessura versatevi il vino, sigillate completamente e mettete in forno.

Il pesce fa presto a cuocersi per cui dopo circa una ventina di minuti andate a controllare. Aprite il cartoccio, attente a non ustionarvi, e verificate. Vedrete a occhio se è cotto, fidatevi.

Accompagnate con bruschette.