Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, [LEGGERE QUI].

Pagina Facebook di Vivi Cesena Pagina Twitter di Vivi Cesena

Rubriche - MITI DA SFATARE

Banane
Banane

Le banane trovano origine nelle giungle del Sud Est asiatico. Si ritiene che vengano in particolare dalla penisola malese, perché è qui che si trova la maggior parte delle varietà. 2500 anni fa le banane si diffusero nella penisola indiana e li il grande condottiero Alessandro Magno le poté assaggiare 300 anni prima di Cristo.
Dall'India si diffusero in Africa, per poi raggiungere le isole Canarie e le Indie Occidentali. In America pare che siano arrivate nel 1516 grazie ad un frate spagnolo, Tomas de Berlanga, che portò con sé le prime radici di banane e le piantò nelle fertili terre dei Carabi. Ormai crescono in tutti i paesi tropicali, la loro coltivazione e vendita è controllata da poche multinazionali che hanno creato un vero impero economico, così gli interessi per questo frutto sono andati crescendo per ciò che rappresenta (economicamente) nei mercati fino ad arrivare alla tristemente famosa "guerra delle banane" combattuta a suon di appoggi politici e sfruttamento delle popolazioni autoctone. 


Ma questo è un altro argomento…. La pianta del banano è un rizoma , da questo fusto sotterraneo escono delle radici che si addensano nel suolo e delle gemme che si sviluppano verso l'alto e formano quel che si crede comunemente la pianta del banano, è questo invece uno stelo erbaceo, privo di consistenza legnosa, formato da grandi foglie, che può raggiungere un'altezza di otto metri e produce un solo casco di banane che arriva fino ad un peso di 30 kg.
Quando la gemma ha dato il suo frutto si secca e viene recisa al piede, ma attorno al rizoma altre gemme a turno produrranno i loro frutti. Le banane hanno un colore giallo intenso ( al momento del giusto grado di maturazione ) e un sapore dolce e squisito, sono un'ottima fonte di energia, hanno infatti un buon quantitativo di calorie e una buona quantità di amido.
Dal punto di vista nutrizionale 100gr di prodotto contiene 91kcal, 1,18gr di proteine, 0,26gr di grassi e 20,53gr di carboidrati; contengono inoltre fibre, vitamina C e potassio.
Risulta quindi un ottimo supporto in caso di affaticamento, superlavoro, attività fisica e mentale, crescita giovanile e vecchiaia. La banana può essere utilizzata per le preparazioni di frittelle, marmellate, gelatine o farina utilizzata in pasticceria.
Si può consumare, oltre al naturale, cotta al forno o sotto la cenere.
Con gli scarti si preparano mangimi per animali, alcol, aceto e vino. Un consiglio, se vi capita di acquistare delle banane ancora acerbe ( verdi ) per farle maturare in maniera ottimale e velocemente basta riporle in un sacchetto di carta con altra frutta.